Dipartimento di
Scienze della Terra e Geoambientali

vurro

SSD: GEO06 Mineralogia

whatsapp icowhatsapp facebook ico 1facebook icoyoutube testata

Filippo Vurro, nato a Bari il 2 luglio 1940, è professore ordinario di mineralogia presso l'Università degli Studi di Bari.

Si è laureato in Chimica il 24 febbraio 1965. 
Dal 1966 al 1985 è stato direttore del Laboratorio Chimico dell'Aeronautica Militare della 3^ Regione Aerea. 
E' stato docente di mineralogia sistematica come Professore incaricato dal 1970 al 1985, data in cui è diventato professore associato. 
Dal 1° gennaio 2007 è professore ordinario (settore GEO/06) presso la Facoltà di Scienze dell'Università di Bari. E' titolare dell'insegnamento di Mineralogia per il corso di Laurea in Scienza e tecnologia per la diagnostica e conservazione dei beni culturali. 
E' stato coordinatore del D.U. in "Tecnico per la diagnostica applicata al restauro e conservazione dei beni culturali" dal 2000 al 2003 
È stato Presidente del Consiglio di Interclasse del Corso di Studio triennale e specialistico in "Scienza e tecnologia per la diagnostica e conservazione dei beni culturali" dal 2001 al 2007.

L'attività scientifica del Prof. Vurro si esplica nell'ambito delle seguenti tematiche principali:

  1. Studio dei sublimati fumarolici
    Le ricerche svolte dal Prof. Vurro nell'ambito di questa tematica hanno riguardato principalmente i sublimati dell'isola di Vulcano, nell'arcipelago delle Eolie, e, più recentemente, del vulcano Mutnovsky nel Kamchatka.
  2. Sistematica e genesi di specie nuove e rare
    Una parte significativa dell'attività svolta dal Prof. Vurro ha interessato la sistematica e la minerogenesi di minerali rari, ovvero mineralogicamente poco definiti o del tutto sconosciuti.
  3. Studi di geochimica ambientale
    Le ricerche comprese in questa tematica hanno riguardato prevalentemente lo studio geochimico delle aree fumarolizzate dell'isola di Vulcano, al fine di caratterizzare l'ambiente di formazione dei sublimati.
  4. Indagini archeometriche
    L'interesse del Prof. Vurro verso le problematiche relative ai beni culturali, che lo impegnano attivamente nelle attività didattiche, si è concretizzato anche in numerosi lavori scientifici di tipo archeometrico.

Durante questi studi sono state identificate e caratterizzate le seguenti nuove specie mineralogiche: barberiite [NH4BF4] e mozgovaite [PbBi4(S,Se)7] nell'isola di Vulcano; mutnovskite [Pb2AsS3(I,Cl,Br)] e tazieffite [Pb20Cd2(As,Bi)22S50Cl10], sul vulcano Mutnovsky nel Kamchatka; garavellite, FeSbBiS4 e minrecordite, CaZn(CO3)2, fra i minerali museali.

Dal 1997 è Coordinatore italiano di un progetto di cooperazione scientifica tra il Dipartimento Geomineralogico dell'Università di Bari e l'Institute of Geology of ore deposits, petrography, mineralogy and geochemistry (IGEM) dell'Accademia delle Scienze di Mosca, nell'ambito del Programma di Cooperazione Scientifica e Tecnologica Italia - Federazione Russa.
E' stato Associate Editor nel triennio 2000/2002 della rivista The Canadian Mineralogist, di cui è anche Referee.
L'attività scientifica del Prof. Vurro si compendia in oltre 80 lavori pubblicati su riviste a carattere sia nazionale sia internazionale e in numerose comunicazioni a congressi.