Dipartimento di
Scienze della Terra e Geoambientali

ciminale

SSD: GEO11 Geologia Applicata

whatsapp icowhatsapp facebook ico 1facebook icoyoutube testata

Marcello Ciminale è Professore Associato di Geofisica Applicata (s.s.d. GEO11).

Nell'ambito di Progetti finanziati dalla UE, dal CNR, dal MIUR e dall'Università di Bari, ha svolto e svolge ricerche nel campo della prospezione geoelettrica, gravimetrica e magnetica curando sia l'aspetto tecnico-pratico che quello teorico-interpretativo.

Ha una lunga esperienza di campagna (prospezioni geofisiche nel graben di Siena, sul M. Etna, in Sardegna, nell'Appennino centromeridionale e nelle aree archeologiche della Sibaritide meridionale, di Selinunte, di Metaponto, di Coppanevicata, Monte Sannace, Canosa, Valle del Celone, Siponto, Egnatia, Kyme (Turchia), etc.).

Attualmente, nell'ambito di studi indirizzati alla indagine archeologica, sta approfondendo temi come l'acquisizione dei dati geofisici in alta risoluzione, l'aerofotointerpretazione, l'impiego di immagini da satellite, l'utilizzo di tecniche DIP (Digital Image Processing) e GIS (Geographic Information System). E' recente anche il suo interesse nell'ambito della geofisica applicata alla ricerca archeologica marina.

Ha collaborazioni di lavoro con studiosi italiani e stranieri.

Agli inizi della sua formazione, come borsista CNR, ha soggiornato per 12 mesi presso l' Institut de Physique du Globe de Paris per ricerche nel campo del Geomagnetismo e della investigazione magnetica.

Presso l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, a) Negli anni 2000-2002 è stato il Direttore del Corso di Perfezionamento in Metodologie geofisiche non distruttive applicate ai Beni Culturali ed a problematiche ambientali. b) Tiene lezioni di Geofisica applicata ai Beni Culturali nell'ambito dei corsi di laurea in Scienza per la diagnostica e conservazione dei Beni Culturali (Triennale e Magistrale). c) Fa parte del collegio dei docenti e del consiglio direttivo della Scuola di Dottorato in Scienze della Terra e Dinamica ambientale. d) Afferisce al Laboratorio interdipartimentale di ricerca per la diagnostica dei Beni Culturali.

Fa parte di comitati scientifici preposti all'organizzazione di Workshop Internazionali.

Collabora con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia per interventi di archeologia preventiva.

Svolge abitualmente attività di referaggio per varie riviste scientifiche del settore come Archaeological Prospection, Journal of Archaeological Science, Journal of Geophysics and Engineering, Near Surface Geophysics.

I risultati delle sue ricerche sono tutti presentati a Convegni e Workshop nazionali ed internazionali.

Dal 1991 è membro della SEG (Society of Exploration Geophysics), della EAGE (European Association of Geoscientists and Engineers) e dal 2003 è tra i soci fondatori dell' ISAP (International Society for Archaeological Prospection)